Ripristino strada vicinale di Penna in teverina - Associazione Orte Green Way

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ripristino strada vicinale di Penna in teverina

RIPRISTINO STRADA VICINALE DI PENNA IN TEVERINA
Orte 13/04/2017  

                                                                                                      A: Sindaco Avv. Angelo Giuliani

                                                                                            PC: Ass. Urbanistica Dott. Daniele Proietti
                                                                                                  Ass. Turismo Dott.ssa Claudia Paolessi

Oggetto: Ripristino strada vicinale esterna di uso pubblico.
Io sottoscritto Fabrizio Tardito, in qualità di Presidente dell’ Associazione Orte Greenway, in riferimento a quanto in oggetto e per conto della predetta Associazione
chiedo
che venga intrapresa ogni azione per restituire all’uso pubblico la ex strada comunale Orte-Penna in Teverina oggi identificata al N° 19 dell’Elenco Generale delle Strade Vicinali Esterne di Uso Pubblico.
Come Associazione chiediamo che questa strada sia riaperta per l’importanza che essa ricopre nei collegamenti tra Orte e un’ importante porzione della rete di Greenways nelle vicinanze.
Per Greenway si intende “Un sistema di territori lineari tra loro connessi che sono protetti, gestiti e sviluppati in modo da ottenere benefici di tipo ricreativo, ecologico e storico-culturale”.
Tengo a ricordare che la riapertura della “Strada di Penna” nella sua interezza permetterebbe a migliaia di persone che percorrono a piedi, in bicicletta e a cavallo il “Cammino della Luce” (Greenway che parte da Aquileia e arriva a Roma passando da Orte) di evitare di passare lungo il pericoloso tratto di strada SP84 e di ricollegarsi in modo più sicuro e gradevole ad altri percorsi come quello disegnato dalla EV7 (EuroVelo 7 / La Strada del Sole - Greenway di interesse Europeo che parte da Capo Nord e arriva a Malta passando da Orte).
Per ultimo, ma non come importanza, voglio mettere l’accento sul fatto che tantissimi nostri concittadini, e non, percorrono quotidianamente a piedi, in bicicletta e a cavallo il tratto della “Strada di Penna” ancora aperto al pubblico per svolgere una sana attività fisica godendo della bellezza dei nostri paesaggi ma si trovano poi costretti a tornare indietro sui loro passi perché la strada è attualmente interrotta, senza avere facile e sicuro accesso ad altri percorsi che portano verso Penna in Teverina, l’antico Porto di Seripola, la località Cimacolle, le Solfatare e tanti altri.
In attesa di un fattivo riscontro
porgo distinti saluti.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu